LA METAFORA DELLA RESPONSABILITÀ

,

Il senso della responsabilità sta diventando una qualità rara in Italia e nel mondo in generale. E il fatto ancor più grave è che sta diventando inversamente proporzionale alla posizione e alla carica che si detiene… ma non dovrebbe essere il contrario?

Campione di questo comportamento è Donald Trump che crede ancora di essere il miliardario sbruffone che può andare in giro ad insultare le persone e poi lasciare che il suo ufficio legale si occupi delle inevitabili querele.

Irresponsabili sono le varie cariche europee che lanciano commenti invasivi e destabilizzanti sull’Italia dimenticandosi quanto è “sensibile” il mercato e quanto sono pronti “gli avvoltoi della speculazione” ad approfittare delle loro uscite danneggiando non solo l’Italia ma L’Europa intera, di cui volenti o nolenti facciamo tutti parte.

Sconsiderati sono i due leader italiani che in questo momento hanno in mano il boccino delle nostre sorti che invece che “andare a punto” – continuando nella metafora bocciofila – cercano di “bocciare” per avvicinarsi al pallino ed invece vengono inevitabilmente “bocciati”.

Non prendiamo esempio da loro, non cerchiamo il glamour delle dichiarazioni sui grandi cambiamenti che non portano a nulla, che creano aspettative che non potranno realizzarsi, che creano frustrazione che aspirano a soluzioni semplici – quando la realtà è invece complicata – che portano al populismo, allo sfascismo e aprono la strada alla negazione della libertà, da qualsiasi parte venga.

Continuiamo a vivere la nostra “vita da mediano” che bada ai risultati, a non subire gol anzitutto e a costruire le azioni che dal centrocampo potranno portare al gol nella porta avversaria e allontano lo spettro dell’autogol.

In questi giorni di parole grosse e offensive, la metafora allarga gli orizzonti per chi vuole continuare a impegnarsi, a costruire… chi ha orecchie per intendere…

– articolo a cura di Claudio Fontana, socio fondatore

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.