Articoli

Festa della Repubblica Italiana

E’ un giorno di festa legato profondamente alle origini del nostro paese, la società in cui viviamo oggi risale alla nascita della Repubblica Italiana, che avvenne esattamente il 2 giugno 1946, in seguito ai risultati del referendum istituzionale indetto quel giorno per determinare la forma di governo dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Scendendo nei dettagli, Il 2 giugno del 1946 si tenne un referendum istituzionale, tutti gli italiani con possibilità di voto si recarono alle urne per quello che sarebbe stato uno dei cambiamenti più epocali della storia del nostro paese. La scelta di voto prevedeva quale forma di stato si sarebbe dovuto applicare – monarchia o repubblica – . Il referendum fu indetto al termine della Seconda guerra mondiale, qualche anno dopo la caduta del fascismo, il regime dittatoriale che era stato sostenuto dalla famiglia reale italiana per più di 20 anni. I sostenitori della repubblica scelsero il simbolo dell’Italia turrita, personificazione nazionale dell’Italia, da utilizzare nella campagna elettorale e sulla scheda del referendum sulla forma istituzionale dello Stato, in contrapposizione allo stemma sabaudo che rappresentava invece la monarchia.

Dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia (di cui 20 di dittatura fascista, conclusa durante la Seconda Guerra Mondiale), scelsero di far diventare l’Italia una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia.

La Festa della Repubblica è una giornata importante per la nostra storia e ricca di grandi iniziative e cerimonie ufficiali. Dal 1948, per esempio, in via dei Fori Imperiali, a Roma, si tiene una sfilata militare in onore della Repubblica, oggi si svolge in forma ridotta. 

Uno dei momenti più spettacolari della parata di oggi, rimane l’esibizione delle Frecce Tricolori: dieci aerei, di cui nove in formazione e uno solista, che compongono la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo.

Tanti auguri Italia!