Dal 21 al 30 agosto 2020

(10 GIORNI – 9 NOTTI)

MANCHESTER LYNEAL TRUST HOLYHEAD
21 agosto: Partenza da aeroporto di Milano con destinazione Manchester.

Da qui in auto si raggiunge il Lyneal Trust https://www.lyneal-trust.org.uk/, villaggio con alloggio e barche adattate per le persone disabili.


22 agosto: da oggi si incomincia ad alternare la navigazione con mete locali via terra
23 agosto: oggi seconda giornata di Navigazione
24 agosto: oggi escursione a Manchester.
25 agosto: oggi prima giornata di navigazione
26 agosto: oggi seconda giornata di navigazione
27 agosto: oggi escursione a Conwy, Anglesey, Caernaforn Castle.
28 agosto: ultimo giorno di navigazione
29 agosto: escursione a Liverpool
30 agosto: ritorno in Italia

Quota di partecipazione

2 coppie € 3700,00

3 coppie € 3300,00

4 coppie € 3100,00

I nostri sono sempre viaggi “personalizzati” cioè partono dall’esigenza di un individuo o di un gruppo di persone di recarsi in un posto, ci chiedono un’idea, un preventivo e delle soluzioni; noi le prepariamo, pubblicizziamo l’idea, aggreghiamo il gruppo e alla fine entriamo nei dettagli e rendiamo operativo il viaggio. I viaggi sono fatti per persone con disabilità e sono sempre pensati “a coppie”, cioè un disabile ed un accompagnatore. Se la persona disabile non ha l’accompagnatore noi lo troviamo – normalmente – a titolo gratuito. La persona disabile ha a suo carico la quota che è sempre calcolata per coppia. Questo non vuol dire che non si possano aggiungere persone senza disabilità, singole o a coppie. Per contatti e prenotazioni: Concrete Onlus info@concreteonlus.org 0382820518 – 3355362836

20 LUGLIO – 2 AGOSTO:

( 14 gg – 13 notti)

In realtà toccheremo molte più regioni, attraverseremo buona parte della penisola. All’andata seguiremo la costa adriatica passando attraverso Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Puglia per arrivare in Basilicata. Al ritorno viaggeremo più a ovest attraversando Campania, Lazio, Umbria. Toscana. Abbiamo pensato di goderci entrambi i viaggi di andata e ritorno facendo una tappa durante la quale esplorare le località in cui ci fermeremo per il pernottamento.

Ecco il programma di massima: https://goo.gl/maps/pyKxWQJcTAzTWiXk9

20 luglio Partenza da Milano al mattino, con uno dei nostri mezzi attrezzati, tappa per il pranzo a mezzogiorno lungo l’itinerario e arrivo a Urbino nel tardo pomeriggio. 1 notte a Urbino. Hotel suggeriti: – Hotel la Meridiana http://hotelmeridianaurbino.com/ – Colleverde Country House https://www.colleverde-urbino.it/ – Hotel Mamiani https://www.hotelmamiani.it/

21 luglio: Partenza al mattino con possibile sosta per il pranzo nel Gargano e arrivo in serata in zona Policoro https://www.policoro.basilicata.it/ 11 notti a Policoro e dintorni. Hotel suggeriti: – Policoro Village (Policoro) http://www.policorovillage.net/ Questo albergo è dotato di spiaggia accessibile ai disabili, carrozzine job per entrare in acqua, animazione, supermercato, piscina e molte altre amenità. Nei giorni successivi avremo la possibilità di fare un escursione tutti i giorni oppure, quando vogliamo starcene tranquilli in spiaggia o sotto un albero a prendere il fresco, potremo restare con il nostro accompagnatore nel villaggio. Le proposte che trovate qui sotto sono delle proposte che deciderete insieme agli altri compagni di viaggio e agli accompagnatori.

22 luglio: dopo esserci sistemati oggi potrebbe essere una giornata di riposo oppure potremmo iniziare già con una meta non troppo lontana, ad esempio: il Bosco del Pantano http://www.policoro.eu/OASI-BOSCO-PANTANO.asp

23 luglio: Oggi potrebbe essere la volta della città di Matera https://it.wikipedia.org/wiki/Matera

24 luglio: Oggi potrebbe essere la volta di Polignano a Marehttps://it.wikipedia.org/wiki/Polignano_a_Mare , che i film di Checco Zalone ci hanno fatto conoscere senza dimenticarci di passare e fermarci in quella destinazione unica che è Alberobello https://it.wikipedia.org/wiki/Alberobello .

25 luglio: Se non vogliamo fare molta strada e vedere qualchecosa di grandioso, c’è Metaponto https://it.wikipedia.org/wiki/Metaponto con i resti dell’antica città greca.

26 luglio: Pisticci è un’altra metà, qeusta volta nell’entroterra se non vogliamo andare troppo lontano https://it.wikipedia.org/wiki/Pisticci

27 luglio: Se invece vogliamo impiegare un po’ di tempo per visitare qualche cosa di unico, possiamo recarci a Padula dove esiste una Certosa, seconda – ma forse neanche – soltanto a quella di Pavia. https://it.wikipedia.org/wiki/Certosa_di_Padula passando per Lagonegro https://it.wikipedia.org/wiki/Lagonegro e Lauria https://it.wikipedia.org/wiki/Lauria lungo gli sbarramenti del fiume Sinni https://it.wikipedia.org/wiki/Sinni

28 luglio: Se vogliamo scendere in Calabria lo possiamo fare lungo la costa jonica per arrivare a Rossano Calabro https://it.wikipedia.org/wiki/Rossano_(Corigliano-Rossano) , capoluogo delle comunità albanesi che qui vivono da oltre 5 secoli https://it.wikipedia.org/wiki/Eparchia_di_Lungro .

29 luglio: Abbiamo ancora solo tre giorni i n Basilicata e dobbiamo cercare di spenderli bene, magari addentrandoci in Puglia, verso destinazioni come Taranto https://it.wikipedia.org/wiki/Taranto , Porto Cesareo https://it.wikipedia.org/wiki/Porto_Cesareo , Gallipoli https://it.wikipedia.org/wiki/Gallipoli

30 luglio: Sempre addentrandoci nella Puglia potremmo raggiungere le coste tirreniche e sul tragitto fermarci a Martina Franca https://it.wikipedia.org/wiki/Martina_Franca , Ostuni https://it.wikipedia.org/wiki/Ostuni e Brindisi https://it.wikipedia.org/wiki/Brindisi .

1 agosto: Oggi si parte per risalire lo stivale. Al mattino arriveremo un poco meno di 2 ore a Paestum https://it.wikipedia.org/wiki/Paestum dove potremo visitare i ruderi dell’omonima città e i suoi templi. Siamo anche nella zona dell’originale mozzarella di bufala campana https://it.wikipedia.org/wiki/Mozzarella_di_bufala_campana e non pasteggiare a base di questo fantastico formaggio sarebbe un terribile errore. Dopo pranzo faremo un po’ di strada per raggiungere Orvieto in serata https://it.wikipedia.org/wiki/Orvieto . !

notte a Orvieto Hotel suggeriti: – Hotel Gialletti https://www.hotelgialletti.it/ – Hotel Corso https://www.hotelcorso.net/

2 agosto: Al mattino un po’ di tempo per visitare questa fantastica località (consigliato il pozzo di san Patrizio https://it.wikipedia.org/wiki/Pozzo_di_San_Patrizio se gli accompagnatori se la sento di fare un centinaio di scalini molto bassi e possibili anche con le carrozzine. Poi si parte per la tappa finale che si concluderà in serata con l’arrivo a Milano.

NOTA: tutte le destinazioni sono suggerimenti per mete possibili da visitare in giornata. I componenti il gruppo, accompagnati e accompagnatori, decideranno insieme il programma delle singole giornate.

DUE COPPIE – a coppia EURO 4900,00

TRE COPPIE – a coppia EURO 4700,00

QUATTRO COPPIE – a coppia EURO 4600,00

PER INFO E PRENOTAZIONI: 3355362836 – info@concreteonlus.org I nostri sono sempre viaggi “personalizzati” cioè partono dall’esigenza di un individuo o di un gruppo di persone di recarsi in un posto, ci chiedono un’idea, un preventivo e delle soluzioni; noi le prepariamo, pubblicizziamo l’idea, aggreghiamo il gruppo e alla fine entriamo nei dettagli e rendiamo operativo il viaggio. I viaggi sono fatti per persone con disabilità e sono sempre pensati “a coppie”, cioè un disabile ed un accompagnatore. Se la persona disabile non ha l’accompagnatore noi lo troviamo – normalmente – a titolo gratuito. La persona disabile ha a suo carico la quota che è sempre calcolata per coppia. Questo non vuol dire che non si possano aggiungere persone senza disabilità, singole o a coppie.

La storia ci insegna che ancora oggi in Italia esistono feroci disparità di classe, religione, sesso. Il problema si intensifica quando questi fattori di scontro diventano uno status symbol del paese, che ne fa una bandiera per i propri interessi personali… o meglio elettorali , perchè si, l’Italia vive in un permafrost Siberiano di campagna elettorale, duro da sciogliere, e al passo con i tempi (twitt, insta, FB).


Ma forse le lunghe battaglie e questo periodo che ha messo in naftalina molti cervelli hanno portato ad una consapevolezza maggiore verso categorie che spesso vengono messe in ombra, dimenticate, dove viene fatto il minimo indispensabile. Ad oggi gli invalidi civili in Italia non ricevono garanzie tali e mezzi per vivere dignitosamente e trovare una loro indipendenza.


La notizia è fresca di questi giorni, la Corte Costituzionale ha emanato una sentenza molto importante riepilogata di seguito:


Alle persone completamente inabili al lavoro la legge italiana assegna 285 euro al mese. Non sono sufficienti – ha stabilito la Consulta – a soddisfare i bisogni primari della vita. È perciò violato il diritto al mantenimento che la Costituzione garantisce
L’assegno dovrà essere portato a 516 euro. Questo incremento dovrà d’ora in poi essere erogato a tutti gli invalidi civili totali che abbiano compiuto i 18 anni, salvo abbiano altri redditi che li portino sopra una certa soglia. La Corte ha stabilito che la propria pronuncia non avrà effetto retroattivo ma dovrà applicarsi per il futuro.

Un piccolo passo verso il cambiamento, il consapevolizzare che tutte le persone esistono e hanno pari diritti e dignità, un piccolo passo verso una società più empatica… un piccolo passo che dovrà trasformarsi in un lungo cammino, altrimenti si inciampa.

Centro estivo e invernale – 1,2,3..balzo!

Sono aperte le iscrizioni al centro estivo 1,2,3..balzo! in partenza lunedì 29 giugno!
Per informazioni clicca qui:
https://www.ilbalzo.com/centro-estivo-2020-richiesta-informazioni/

Per sapere di più sul centro estivo:
https://www.ilbalzo.com/centro-estivo-e-invernale/

Periodo di attivazione:
Da giugno a luglio – 8 Settimane per il centro estivo
Durante le vacanze natalizie per quello invernale.
Orario: dal lunedì al venerdì – dalle 9 alle 15,30.

Per informazioni: Marilena Frontino – ilbalzabimbi@ilbalzo.com – 02 22227678

Visualizzazione di IMG_1904.HEIC

Non siamo più abituati a scrivere. Facciamo fatica a tenere una penna in mano e anche quando usiamo la tastiera, spesso preferiamo “un vocale” alla digitazione di un testo.

Scrivere è però molto importante perché ha una capacità di sintesi e di comprensione che il parlato non ha.

Se vogliamo esprimere una idea, un concetto, complesso o complicato che sia, al quale siamo arrivati dopo lunghe meditazioni, e/o con un improvvisa meditazione, importante è che scriviamo subito un appunto, in modo da non perdere i passaggi di come siamo arrivati a quell’idea; poi con calma la sistemeremo, la ripuliremo, per renderla intellegibile a tutti.

Tante volte ho trovato ridicolo ed eccessivo il fatto che alcune persone prendano appunti in molti momenti della loro vita e invece mi sono dovuto ricredere. Anche se credo ancora che la memoria, finchè funziona, sia il migliore archivio dei nostri ricordi, sono sempre più convinto che la scrittura sia la miglior maniera di fissare i nostri pensieri, soprattutto se vogliamo trasmetterli agli altri, soprattutto se pensiamo possano essere utili agli altri.

Certamente le immagini sono importanti ed evocative e di grande complemento al testo, ma quanti libri sono senza immagini eppure ci hanno fatto stare svegli notti intere per la loro potenza evocativa e descrittiva, mentre quando guardiamo un immagine se ci colpisce profondamente sentiamo il bisogno di commentarla e se il commento è importante vogliamo scrivere il nostro pensiero in merito.

Che grande scoperta è stata la scrittura che ha permesso a popoli, distanti tra loro migliaia di anni e/o migliaia di chilometri di entrare in contatto, di comunicare. NON PERDIAMO QUESTO GRANDE TESORO MA ANZI CERCHIAMO DI VALORIZZARLO SEMPRE DI PIU’